Apple eliminerà le password

Dal WWDC della scorsa settimana Apple ha svelato eliminerà le password. Il nuovo sistema operativo MacOS Sierra, che uscirà al pubblico in autunno, ci permetterà di accedere al nostro computer senza digitare alcuna password. L'accesso sarà garantito dalla connessione automatica tra il nostro Mac e l'Apple Watch al nostro polso. 

Apple sta sviluppando con questo sistema solo per l'accesso rapido al Mac e, secondo i rumors, in futuro questa funzionalità sarà applicata per l'accesso a qualsiasi sistema o app senza più doverci preoccupare della password inserita.

Il sistema si basa sul nostro account iCloud su cui abbiamo registrato il nostro Mac e l'Apple Watch, che condivide costantemente la nostra posizione ai server Apple. Quando accediamo al Mac, iCloud verifica la nostra posizione tramite l'Apple Watch e se ci troviamo all'interno di un'area di 3 metri, sblocca automaticamente il nostro computer senza digitare alcuna password. Basta aprire il nostro MacBook o muovere il mouse per svegliarlo e il gioco è fatto. 

Dubbi sulla sicurezza? Apple ci garantisce totale sicurezza perché appena indossiamo l'Apple Watch dobbiamo autenticarci con il codice di accesso e l'orologio, dotato di sensori sul fondo, rileva se è al nostro polso e mantiene così l'autenticazioni fino a quando lo indossiamo. Potremo usare questo sistema anche per Apple Pay, che verrà integrato sui siti come normale opzione di pagamento. Ogni volta che vorremmo pagare ci basterà autenticare il pagamento con il nostro Apple Watch o con il Touch ID del nostro iPhone.

Questo è il primo passo verso un futuro in cui non ci dovremo più preoccupare delle password! 

Immaginiamo per esempio di estendere il sistema Apple ai login delle app e dei siti, semplicemente indossando il nostro Apple Watch potremo accedere a tutto senza più preoccuparci di quella o dell'altra password inserita in fase di registrazione.

Apple non è l'unica a fare studi in questo senso. Google sta infatti lavorando al progetto Abacus, che prevede di effettuare l'autenticazione ai vari sistemi tramite il lettore di impronte digitali direttamente installato sul proprio cellulare Android, mentre a Torono in Canada è nata la Nymi, una nuova starup, che sta lavorando a un braccialetto che sfrutta l'identificazione del nostro battito cardiaco per autenticare i dati di accesso.

Dobbiamo avere solo un po' di pazienza, ma un mondo senza password è quindi dietro l'angolo.